DHRN W


Le unità DHRN sono progettate per l’utilizzo in ambienti civili, residenziali e commerciali in cui il raffrescamento viene effettuato tramite sistemi radianti a soffitto, a parete o a pavimento.
Le unità DHRN abbinano una elevatissima efficienza di recupero di calore sull’aria espulsa, al trattamento di deumidifica estiva operato sull’aria da immettere in ambiente, miscela in generale di aria di rinnovo prelevata dall’esterno ed aria ricircolata prelevata dagli ambienti interni più puliti.

Questo è possibile grazie ad una fase di pretrattamento, in cui il fluido termovettore è l’acqua proveniente dal circuito idraulico dell’impianto a pannelli radianti che attraversa una batteria alettata, e ad una successiva fase in cui il fluido vettore è il refrigerante, che attraversa un classico circuito frigorifero a compressione di gas (quest’ultimo attivo soltanto durante la stagione estiva).
L’aria trattata, di conseguenza, viene immessa con una marcata capacità di asporto del carico latente interno, provvedendo all’asciugatura degli ambienti più umidi.
Durante la stagione invernale, l’aria immessa in ambiente oltre al contributo del recuperatore di calore, potrà avvalersi del contributo della batteria alettata alimentata dal circuito idraulico dell’impianto a pannelli radianti.

-

Sono disponibili in 2 taglie 300mc/h e 500mc/h, in versione orizzontale o verticale, con condensazione ad acqua o ad aria, per un totale di 8 modelli.

Le modalità selezionabili, sono:

• puro rinnovo estivo o invernale con recupero ad alta efficienza.

• deumidificazione e integrazione estiva con controllo della temperatura di mandata.

• riscaldamento e integrazione invernale con controllo della temperatura di mandata.

In modalità deumidificazione estiva è possibile immettere aria in ambiente con temperatura variabile nel range "neutra-raffreddata", grazie alla presenza di due valvole di espansione che modulano il passaggio del refrigerante ripartendo il calore di condensazione tra lo scambiatore di post-riscaldo e quello di smaltimento.

Quest’ultimo, nella versione con condensazione ad acqua, è uno scambiatore a piastre alimentato dal circuito radiante, mentre nella versione condensata ad aria è uno scambiatore alettato posto sull’aria di espulsione che a differenza del precedente consente un minimo consumo energetico non gravando sul generatore di acqua refrigerata dell’impianto radiante.

La costruzione è monoblocco, con struttura a semplice pannello in lamiera zincata/preverniciata, coibentata internamente

Sia le versioni orizzontali per installazione a soffitto, che quelle verticali per installazione a pavimento, sono già dotate di boccagli che ne consentono una facile canalizzazione in fase di installazione. In particolare la versione 300mc/h orizzontale presenta un’altezza ridotta di soli 275mm, che ne consente una facile installazione a controsoffitto.

-